Estratto – 25

"Dalla borsa presi il cellulare e lo spensi. Fede notó il mio gesto, sorrise. - Anch'io l'ho fatto - Lo guardai leggermente addolorata. Dove saremmo andati a finire? Ora eravamo noi due. Nessun tipo di comunicazione. Mi staccando repentina dal mio vecchio mondo". Estratto da "La Gloria del Sangue - Libro Primo" Pagina 261

Estratto – 23

"La chiave girò lenta e inesorabile nella serratura. Un fascio di luce ci precedette nell'atrio della casa silenziosa. Era notte inoltrata ormai ma con tutto quello che era successo in quelle poche ore, non avevo nemmeno sonno e pensando a ciò che sarebbe potuto succedere il giorno dopo, cioè tutto e niente, ero ancora più … Leggi tutto Estratto – 23

Estratto – 22

"Mi portò al centro dell'arena, seguiti da Fede. Come un branco di lupi affamati, tutti si mossero verso la luce, circondandomi. Morgàn mi bloccò ed ebbi la possibilità di vedere quante centinaia fossero, senza contare la folla gremita ai portici, sopra le nostre teste. Il brusio si era fatto più forte, ma con un battito … Leggi tutto Estratto – 22

Estratto – 16

"Le parole di Daniel, funeree e ambigue com'erano arrivate, si erano gonfiate e consumate per l'intera notte, in un susseguirsi di incubi e strane sensazioni che mi attanagliarono fino a quando la sveglia diede un forte scossone all'inconscio e aprì la mia mente e gli occhi ad un'altra faticosa giornata" Estratto da "La Gloria del … Leggi tutto Estratto – 16

Estratto – 15

"Sentii bisbigli più vicini e puntai nuovamente l'attenzione su tutti gli altri. Vidi purtroppo degli sguardi, schifati e neri di rancore o qualcosa di simile, che mi puntavano con fare accusatorio. Il sangue. Sì, quella era la mia colpa. Ma non potevo togliermelo anche se ne avrei fatto volentieri a meno" Estratto da "La Gloria … Leggi tutto Estratto – 15

Estratto – 14

"Spostai le braccia pesanti di Simo e andai in bagno. Mi lavai e scesi in cucina. Mia mamma aveva lasciato un post-it attaccato al frigo. I croissant erano in forno, tiepidi. Mi aveva disegnato anche uno smile e un altro memoria che non aveva niente a che fare con quello di prima: ti voglio bene, … Leggi tutto Estratto – 14

Estratto – 13

"Il sangue colava veloce dal piccolo foro della vena e la cosa non mi aiutò, perché vidi tutto sfocato quando mi accorsi del sangue che zampillava scuro. Arrivò subito un'altra persona e mi tenne fermo il mento, spingendo la testa verso l'alto con una forza inaudita, lasciando il collo privo di difesa. Mentre cercavo in … Leggi tutto Estratto – 13

Estratto – 12

"Lui rise, di gusto, sfacciato, puntandomi una lama nera alla gola, chinandosi su di me, le labbra a pochi centimetri dalle mie. - Cosa vuoi Aletcsa?-, ripeté sottovoce, suadente, mellifluo, sfiorandomi con le dita lunghe e fredde dietro un orecchio, salendo poi tra i capelli. Li strinse all'improvviso, tirandomi su la testa, mentre ringhiavo, ruggivo, … Leggi tutto Estratto – 12

Estratto – 11

"Un giorno in più, una novità ulteriore. All'inizio pensavo fosse solo un'ossessione, dato che non vedevo nessun altro essere vuvente, il mio riflesso sembrava mutare. Gli occhi si facevano più chiari, come la pelle un po' più cerea del normale e il fisico andava prosciugandosi". Estratto da "La Gloria del Sangue - Libro Primo" Pagina … Leggi tutto Estratto – 11