E(qua) – LXVIII

Caldi bagliori bruciano la luce mentre l'acqua scorre su pietre nere, funeree. Ciò che è atteso è giunto senza dare tregua alla speranza. Soffri. Soffri di più. Ogni giorno e rimani immobile, imprigionato tra la luce e l'ombra, tra il terrore e l'ingenuità. Perché rimani dietro allo specchio della realtà? Articoli precedenti sezione E(qua): E(qua) … Leggi tutto E(qua) – LXVIII