La centralità delle persone nella socialità e nella solitudine

- Credi che riusciremo a raggiungere un po' di notorietà tra tipo, qualche annetto?-. - L'importante è riuscire ad incidere l'album. Tutto il resto verrà da sé, oppure dai nostri ascoltatori. Sai che sono fondamentali, senza gli ascoltatori non andremmo da nessuna parte-. - Per me sono clienti, nulla di più-, ribatté Albert. - Chiamali … Leggi tutto La centralità delle persone nella socialità e nella solitudine

La collina dei libri del silenzio

Il villaggio era situato su una brulla collina, sovrastante i boschi e le pianure. Era la più alta della valle, sormontata dai tetti delle case e dalla torre da cui le campane risuonavano ogni ora. Ad ogni rintocco stormi di rondini volteggiavano nel cielo. Le vie erano lastricate di pietra nera e le case erano … Leggi tutto La collina dei libri del silenzio

Arhirl: il mondo caduto

C'era un tempo in cui, nel mondo di Arhirl, le città erano floride di vita e di benessere, le montagne imbiancavano lo splendido panorama collinare, dipinto dai vigneti e profumato dai frutteti e le pianure coltivate erano stracolme di campi e di casolari. Purtroppo è giunto il tempo, per Arhirl, in cui la carestia ha … Leggi tutto Arhirl: il mondo caduto

Marta e la montagna

Marta ama la montagna. Nei suoi ottantatre anni di vita può contare a mala pena tre decenni di esistenza tra i paesaggi che tanto ha sempre ricercato. Marta ama la montagna d'inverno per la dolcezza delle cime innevate e l'immobilità delle cascate ghiacciate. Marta ama la montagna d'estate per la verde vita sprigionata dagli alpeggi … Leggi tutto Marta e la montagna

Marta e la montagna

Marta ama la montagna. Nei suoi ottantatre anni di vita può contare a mala pena tre decenni di esistenza tra i paesaggi che tanto ha sempre ricercato. Marta ama la montagna d'inverno per la dolcezza delle cime innevate e l'immobilità delle cascate ghiacciate. Marta ama la montagna d'estate per la verde vita sprigionata dagli alpeggi … Leggi tutto Marta e la montagna

Il ritorno quotidiano

Marco aprì la porta con estrema lentezza e la richiuse in altrettanta maniera. La sacca, per gli indumenti da usare in palestra, cadde a terra con un tonfo. Sentii il fiocco delle scarpe sciogliersi e vennero lanciate a caso sul tappeto dell'ingresso. Odiavo il suo disordine, ma lo amavo con altrettanta intensità. - Ciao-, esclamai … Leggi tutto Il ritorno quotidiano

Chiamare

La tazza era piena di caffè. Il calore saliva in aria e abbracciava la ceramica della tazza. Era una di quelle comprate in vacanza; il profilo nero di New York risaltava sullo sfondo bianco e rosso. Anna strisciò le mani sulla faccia, schiacciandola, come se potesse eliminare la stanchezza e il profilo disegnato dalle labbra … Leggi tutto Chiamare

Saluto e Ascolto

- Perchè hai smesso di salutarmi? Abbiamo condiviso bei momenti e tanti anni-. - Proprio tu lo dici? Sono più le volte in cui mi osservi e fai finta di nulla- - Ma non ti riconosco così velocemente come accade a te. Sai, non tutti hanno una memoria come la tua. Ricordi tutti quelli che … Leggi tutto Saluto e Ascolto

Il tempo di ottobre

- Cosa ne pensi di questo ottobre?- - Potrei dirti che è un mese ricco di cose da fare, pieno di armonia e di caldi colori malgrado i giorni di pioggia- - E invece cosa dirai?- - Un mese come un altro, profondo nei suoi giorni, luminoso di stelle nelle notti terse e carico di … Leggi tutto Il tempo di ottobre