E(qua) – LXXIV

Ed è il tuo Non-Amore che mi lascia di stucco, una statua impalata tra alberi in perenne inverno, vana la speranza che la primavera raggiunga questa terra, perché di gelo si nutre il mondo, di inquietudine si dipinge il cielo.

GC – The Nelted Soul

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...