Rubrica “Le Parole Furbe” – Voluttà

SIGNIFICATO: è un sostantivo. Significa piacere profondo e diffuso provato nella soddisfazione del desiderio sessuale e/o spirituale.
Per estensione, significa godimento intenso che deriva dal soddisfacimento di un impulso materiale o spirituale. Si riferisce anche ad un piacere che sfocia nella morbosità.
– Bere una bottiglia d’acqua con voluttà dopo cinque ore di marcia
– Ascoltare una musica con voluttà
– La voluttà della vendetta
– La voluttà della rabbia
– Consumare gli anni della giovinezza nella voluttà

ETIMOLOGIA: dal latino voluptas -atis, ritenuto connesso con il tema vol- del verbo velle, volere

SINONIMI: ardore, beatitudine, letizia, pienezza, rapimento, ebbrezza, estasi, gaudio, completezza, delizia, carnalità, passione, ardore

CURIOSITÀ:
Amore e Psiche
Storia d’amore del II secolo d.C., opera dello scrittore latino Apuleio. Storia d’amore a lieto fine, con Psiche divinizzata grazie all’ambrosia e Amore che, con il suo ardimento, supera le ire di Venere. Dall’amore tra Psiche e Amore nasce una meravigliosa bambina: Voluttà.
Acerba voluttà
Acerba voluttà è un’aria, della Principessa nell’Atto II dell’opera lirica Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea su libretto di Arturo Colautti.

Testo
Acerba voluttà, dolce turtura,
lentissima agonia, rapida offesa,
vampa, gelo, tromor, smania,
paura, ad amoroso sen torna l’attesa!
Ogni eco, ogni ombra nella notte incesa
contro la impaziente alma congiura:
fra dubbiezza e disìo tutta sospesa,
l’eternità nell’attimo misura…

Verrà? m’oblia? s’affretta? o pur si pente?
Ecco, egli giunge!
No, del fiume è il verso,
misto al sospir d’un arbore dormente…

O vagabonda stella d’Oriente,
non tramontar, non tramontar:
sorridi all’universo,
e s’egli non mente, scorta il mio amor!

Link per ascoltare Acerba Voluttàinterpretata da Anita Rachvelishvili.

Della tua voluttà mi innamorai come la luna brama la notte per brillare e farsi idolatrare. La voluttà provai quando ti vidi e mai più i miei occhi avrebbero pianto, se non per la beltà delle tue carni e della tua mente. La parole che pronunci, le idee che fioriscono in te, vengono scolpite nel cuore e nella mente di chi le ascolta. Melodia incantevole, voluttà indelebile. 

C. The Melted Soul – Giulia

copia di copia di meditabondo


Riferimenti generali per la Rubrica “Le Parole Furbe”: diz. Zanichelli, diz. Treccani, enciclopedia Treccani, diz. dei sinonimi e contrari Zanichelli, diz. etimologico Zanichelli, grande dizionario italiano Hoepli. Sitografia: Wikipedia, Treccani online, YouTube, Opera Lyrics.


progetto-senza-titolo.jpg

Articoli precedenti rubrica “Le Parole Furbe”: Colonia, Abbindolare, Inane.


GC – The Melted Soul 

 



Spazio Pubblicazioni 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...