Natura e condotta dell’Uomo

Natura e condotta dell’Uomo

John Dewey

Il volume racchiude il nucleo essenziale della concezione filosofica di Dewey. Il punto di vista è psicologico”

Dewey ha sempre promosso e non ha mai cessato di evidenziare l’importanza della psicologia in rapporto alla morale. La psicologia rappresenta la sola alternativa a una considerazione arbitraria e classista della società. Le determinazioni precedenti sono state prodotte da una moralità fondata sulla tradizione e sul costume, in seguito, nel periodo moderno, dal primato della ragione e della scienza.

Dewey ha sempre sostenuto, inoltre, l’accrescimento del potere dell’uomo sulla natura grazie alla scienza e perciò, questa modalità di indagare la natura per comprenderla e ‘governarla’, dovesse essere trasposto e utilizzato anche per l’uomo. Sotto questo punto di vista, la psicologia sarebbe l’applicazione del metodo scientifico alla vita umana.

Incipit: “Date a un cane un brutto nome e impiccatelo. la natura umana è stata il cane dei moralisti di professione, e le conseguenze non smentiscono il proverbio.”

Ad apertura di libro: “Il considerare le istituzioni come nemiche della libertà, e tutte le convenzioni come schiavitù, equivale a negare il solo mezzo con cui si possa assicurare una libertà positiva dell’azione.”

IMG_1653.JPG

GC – The Melted Soul

.

.

.

.

brani tratti da Natura e condotta dell’uomo – John Dewey – La Nuova Italia, Firenze, 1977

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...