Botanica per giardinieri

Botanica per giardinieri

L’arte e la scienza del giardinaggio spiegate e raccontate

Geoff Hodge

Botanica per giardinieri è stato scritto per tutti gli appassionati di giardinaggio che desiderino anche approfondire i diversi aspetti scientifici che riguardano le piante. I vari argomenti vengono trattati in modo semplice e ogni singolo termine botanico viene accuratamente spiegato.”

Volume articolato in nove capitoli, in cui vengono approfonditi importanti argomenti botanici: regno vegetale, nomenclatura delle piante, coltivazione da seme, germinazione dei semi, potature, struttura del terreno, patologie vegetali (entomologia).

Sezioni:

  • pagine principali
  • botanica pratica
  • diagrammi
  • approfondimenti
  • illustri botanici
  • illustratori botanici

BOTANICA: studi scientifici sulle piante, comprensivi della loro fisiologia, struttura, genetica, ecologia, distribuzione, classificazione e rilevanza economica. Etimologia: origine del tardo XVII sec. franc. botanique, gr. botanikos, da botane – pianta.

Breve storia della botanica: 

Le prime tracce concrete sulle piante risalgono a 10.000 anni fa, con l’inizio dello sviluppo della parola scritta. I primi studi cominciarono con Teofrasto, padre della botanica (317-286 AC). Altra figura importante fu Pedanio Dioscoride, medico e botanico dell’esercito di Nerone, tra il 50 e il 70 DC.

Nell’Europa medievale, la scienza botanica acquisì un ruolo secondario e fu offuscata dall’interesse per la proprietà medicinali delle piante. Gli erbari divennero il metodo utilizzato per studiare le piante.

Tra il XIV e il XVII sec. la botanica conobbe un florido periodo di sviluppo e divenne scienza autonoma. Agli erbari vennero affiancati i florilegi.

Grazie all’invenzione del microscopio, alla fine del XVI sec., gli studi sull’anatomia vegetale si intensificarono e si produssero i primi esperimenti di fisiologia vegetale.

Nel 1753 Carlo Linneo diede alla stampa Species Plantarum, uno dei testi più importanti di biologia, a cui un numero sempre maggiore di scienziati diede contributo nei decenni successivi.

A seguito avvenne la specializzazione delle scienze botaniche con ulteriori sviluppi; difatti nel XIX e XX sec. tecniche e metodi scientifici moderni ampliarono le conoscenze, con la nascita della botanica moderna. Nel 1847 si iniziò a studiare la fotosintesi e solo negli anni tra il 1940 e il 1960 venne chiarito l’intero meccanismo.

Nel XX sec. le nuove tecnologie diedero un contributo importante alle applicazioni pratiche della botanica e alla comprensione dei cambiamenti ambientali.

Struttura dell’opera:

  • Cap. 1 Il regno vegetale
  • Cap. 2 Crescita, forma e funzione 
  • Cap. 3 Cosa accade all’interno 
  • Cap. 4 Riproduzione
  • Cap. 5 L’inizio della vita
  • Cap. 6 Fattori esterni 
  • Cap. 7 Potature
  • Cap. 8 La botanica e i 5 sensi 
  • Cap. 9 Parassiti e malattie
  • Botanici e illustratori botanici 

img_1491.jpg

GC – The Melted Soul

.

.

.

.

Brani tratti da Botanica per Giardinieri – Geoff Hodge

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...