Estratto – 7

“La spada sfrecciò al collo di Evelet, ma appena prima di dargli il colpo di grazia, mi fermai. L’ira funesta serpeggiò nel buio del mio essere appena mi resi conto della schiacciante vittoria. Volevo distruggere e uccidere. Non lui, piegato sulle ginocchia, gli occhi spalancati, appoggiato alle braccia, la crocchia di capelli, come quella del fratello, disfatta, ciocche scompigliate ai lati del viso e il respiro affannato. Ero troppo forte per lui; lo sapevo, sarebbe stato inutile ucciderlo; non avrei provato nessun piacere”

Estratto da “La Gloria del sangue – Libro Primo”

Pagina 364

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...